domenica 15 gennaio 2012

La Giumenta scalpita


Sono venuta a sapere che qualcuno la chiama, addirittura, "Passiflora".

Poi mi hanno interpellata per chiedermi se era giusto dire: "La mia Giumenta scalpita! Ho la vaginite!".

Adesso... che la Littizzetto la prediliga come Iolanda e uno che conosco la tratti come una Patata, può anche far pensare che tra le gambe, noi donne, diamo asilo a un universo di personaggi e ortaggi come nessun altro buco nero spaziale è capace di sfoggiare, ma se al vostro paese la chiamano "La Leprottina", e sui marciapiedi delle vostre periferie quella delle Lucciole sembra rilucere di un riverbero più ampio e disponibile, potreste essere così gentili da farmelo sapere? 

Buona domenica a tutti

5 commenti:

  1. un mio amico la chiama "la luce"

    RispondiElimina
  2. Patata e patatina le conoscevo, con tante altre. Leprottina Giumenta e Passiflora mi giungono nuove, forse sono nate per personalizzare, e non credo siano definizioni comuni.
    Penso che ogni paesino di questa Italia dialettale abbia 'battezzato' quella parte e tramandi ai posteri la scelta di chissachì.
    Le curiosità non mancano, e forse ti sono già note: dove è detta ciornia, che otorinolaringoiatramente vuole dire 'sorda' (non ho mai capito il collegamento, ma bisogna di volta in volta interpretarla nel contesto); la ben nota mona che porta dritti alla Lisa di Leonardo, e in parte la umanizza; la fessa del sud, che pare derivi dalla 'fessura' di respiro delle persiane, è una delle poche definizioni con una certa attinenza a quella parte.
    Come vedi, non solo ortaggi o personaggi; un dizionario specifico forse non basterebbe a darne un elenco completo.
    Prova a mettere insieme tutti i contributi che riceverai, potrebbe uscirne un libro che potresti titolare "Non solo vagina" a ragion veduta.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Ma tu lo sai perchè la passiflora si chiama così, a dispetto di quel che comunemente si può essere indotti a credere?!?
    Estrapolo da Wikipedia:
    "...il nome gli fu attribuito dai missionari Gesuiti nel 1610, per la somiglianza di alcune parti della pianta con i simboli religiosi della passione di Cristo, i viticci la frusta con cui venne flagellato; i tre stili i chiodi; gli stami il martello; la raggiera corollina la corona di spine"...
    ...come la mettiamo ?!?!?
    (Ti ho "sconfusionàta", eh !!!)

    Baciottoli !!!!!!!!

    M@ddy

    RispondiElimina
  4. @M@DDY: quei missionari la Passiflora non se la sono mai trovata abbarbicata agli ulivi e alle viti, a succhiarne la linfa. E neanche hanno mai provato ad estirparla.
    Lo avessero fatto, sai quante bestemmie...
    Gregoriane, ovviamente.
    Comunque, OK per la studiata simiglianza alla Passione, ma concordo solo sulla 'raggiera corollina', che corrisponde fisicamente. La relativa corona di spine, per quanto virtuale, arriva sempre dopo. Il resto è puro sado/masochismo.

    RispondiElimina
  5. Oh mamma, ma sai che non mi viene in niente?
    Però c'è una mia amica che la chiama "ciccetta" :D

    RispondiElimina