martedì 11 marzo 2014

Martedì

Mi ero persa. Era martedì e avevo dimenticato come ci si può sentire di martedì. Non era mia abitudine idealizzare il giovedì o il sabato. Semplicemente mi ero persa tra la notte e il mattino, inseguendo una settimana incastonata di sonno. E adesso era martedì, e se me n'ero accorta era perché è di martedì che scendo in giardino ad annusare i limoni; che colgo con lo sguardo mazzetti di violette e anemoni, pervinche, fresie e muscari. Ma è anche di martedì che assaggio un pensiero prima di preparare una pietanza con un goloso contorno di scrittura, che mi crogiolo tra un saltabeccare di lettura, che appesantisco un cuscino della poltrona mentre il gatto mi insegue, per conquistare la mia attenzione.

Buona settimana a tutti

1 commento:

  1. né di Venere né di Marte direbbe un vecchio proverbio

    RispondiElimina